Francesco Gatti - Nove menti in una (Ed. Opposto, 2015)

Francesco Gatti nasce a Roma il 3 Giugno del 1994. Dopo aver ottenuto il Diploma di Liceo Scientifico,scopre la passione per la scrittura, decidendo quindi di iscriversi alla facoltà di Lettere presso l’Università degli Studi Roma Tre. È appassionato di psicologia, musica e pittura, alle quali dedica gran parte del suo tempo libero. La sua narrativa entra con prepotenza all’interno della mente umana, descrivendo la psiche di personaggi disturbati, che da sempre terrorizzano l’immaginario umano. francesco gatti 6

Come ci si sente a circa vent'anni ad essere stato capito e pubblicato con un libro tutto tuo? 

È qualcosa di assolutamente incredibile. Vedere una propria opera pubblicata, compresa e apprezzata ti riempie: ti fa capire che quello che hai scritto non è solo tuo, ma una parte di tutti; qualcosa in cui tutti quanti possono ritrovare se stessi. Avere 21 anni e poter dire di aver scritto un libro non è cosa da tutti, me ne rendo conto, ma non per questo mi sento speciale o superiore. Credo che di scrittori ventenni ce ne siano moltissimi, alcuni sicuramente migliori di me; forse bisogna solo cercare di superare le proprie paure e i propri dubbi, perché di persone in grado di riconoscere una buona opera ce ne sono e saranno proprio loro a credere nelle vostre capacità; anche più di voi stessi. 

nove menti in libreria

Come è nato questo libro e di cosa parla? 

Il libro è nato come un gioco, uno scherzo. Stavo sull’autobus e mi sono messo ad osservare le persone, poi ho fatto lo stesso all’università; mi sono ritrovato davanti a discorsi normalissimi, ma la mia mente ha iniziato ad andare oltre, ipotizzando che temi comuni venissero portati all’eccesso, all’esasperazione; e questa è follia. Nel libro ci sono una serie di dialoghi fra i pazienti di un ospedale psichiatrico e il proprio medico, ma non doveva essere semplice: volevo che questi dialoghi fossero collegati da un filo conduttore e che, nella profonda pazzia dei personaggi, ci fosse una logica; in questo modo il lettore non li avrebbe visti come “cattivi”; li avrebbe compresi e accettati. Spero di esserci riuscito. 

francesco gatti 4

Cosa vuol dire per te scrivere? 

Credo che ogni persona abbia bisogno di esprimersi e di dire (o forse urlare) qualcosa al mondo, il mio sistema è la scrittura. Scrivere mi aiuta a mettere insieme i miei pensieri, quello che ho dentro, che troppo spesso è frammentato e illeggibile. Una volta su carta tutto ha più senso. È strana la sensazione di essere riusciti a trovare la propria valvola di sfogo: ti fa sentire più libero, pulito; si cammina per strada in modo diverso. Si vive in modo diverso!  

alfieri 1Quali sono gli elementi che più attirano la tua attenzione di scrittore. In sintesi: da dove trai l'ispirazione? 

Mi piacerebbe dire che la mia ispirazione proviene da luoghi di concentrazione culturale e artistica come musei e biblioteche, ma non è così. Ciò che cattura la mia attenzione, che mi dà modo di riflettere e di analizzare il mondo e me stesso, sono le persone comuni, quelle che si incontrano normalmente per strada o mentre si prende il caffè al bar la mattina. Le persone sono strane, misteriose, alcune volte spaventose nella loro forma più vera. Sostanzialmente ogni persona che incontro per strada rischia di finire in un mio libro o di essere fonte di ispirazione per un mio lavoro. 

francesco gatti 3

Cosa manca secondo te nel panorama della narrativa italiana?

Sicuramente maggiore comprensione: al mondo ci sono tantissimi scrittori che non riescono ad emergere a causa delle grandi case editrici che hanno creato un business chiuso, nel quale fanno entrare solo persone che sicuramente porteranno nuovi soldi; manca la fiducia nelle nuove generazioni. Anche per chi è riuscito a farsi pubblicare non è semplice: bisogna continuare a “combattere”, a far in modo che altri notino il proprio libro, nella speranza che la tanto famosa “fortuna” arrivi. Alcuni si lasciano spaventare da tutto questo e non c’è niente che mi faccia dispiacere di più. 

francesco gatti n.1

Quali consigli daresti agli esordienti che giovani come te non riescono a trovare la strada giusta per farsi conoscere? 

Non vi arrendete! Se siete meritevoli (e questo lo potete sapere anche da soli, con un po’ di auto-critica) il mondo ha bisogno di conoscere voi e le vostre opere. Non permettete mai a nessuno di fermarvi, non vedete un rifiuto come un “giudizio finale” al vostro talento: continuate a scrivere, correggete i vostri errori e riprovateci; la fortuna gira per tutti. 

francesco gatti 8

Una volta ottenuto il primo riconoscimento di un libro pubblicato, cosa deve fare un giovane autore per divulgare la propria opera? Puoi raccontare come porti avanti anche personalmente il tuo libro? 

Sicuramente, nell’epoca moderna, il web è un sistema più che valido per far conoscere il proprio libro, ma non basta questo. Al mondo ci sono tantissimi modi e possibilità per far conoscere la propria opera: dalle presentazioni, alle collaborazioni, alle recensioni e alle interviste, fino al teatro, alla musica e al cinema. Ovviamente tutto questo deve partire dall’autore, che dovrà studiare e creare le proprie opportunità, per uscire dall’anonimato. Per me è importante riuscire ad ottenere recensioni positive da condividere sul web, ma una serie di progetti legati al cinema e al teatro sono in corso; anche se richiederanno un po’ di tempo, affinché il lavoro venga bene.  

francesco gatti 2

E per il futuro? A quali nuovi progetti stai lavorando?

Un altro romanzo è terminato; è la storia di uno dei personaggi protagonisti di “Nove Menti in Una”, attraverso lo studio della fase iniziale della sua follia, in un Thriller psicologico che sconvolgerà la sua esistenza. Altri due lavori sono in fase di scrittura: il primo attraverso lo studio del sogno e l’analisi dell’individuo tramite la descrizione di incubi e delle paure più profonde, il secondo è un flusso di pensieri legato al concetto del tempo e dell’influenza che questo ha sull’umanità, attraverso ipotesi fantasiose a volte illogiche, con l’obbiettivo finale di sensibilizzare la razza umana nei confronti del pianeta terra; un lavoro abbastanza complesso.  

 

Clicca sulla copertina per acquistare il libro:

 

Copertina 9 menti definitiva biancox500